Per le vacanze parto in bus, più bagagli, più comodo, meno stress

Con il periodo estivo che entrerà nel suo clou nel week-end che sta iniziando provare a lasciare a causa l’auto e non affidarsi alla lotteria e alle ristrettezze dei treni potrebbe essere una buona idea per giovani, famiglie, single e anche anziani.

Se con il bus il tempo di percorrenza di una tratta si allunga è anche vero che il bus consente di viaggiare meglio da tanti altri punti di vista, forse i più importanti.

Con il bus si possono portare più bagagli e anche di grandi dimensioni senza lo stress di dover salire in determinato tempo come avviene con i treni ai quali, per accedere bisogna (specialmente in quelli a lunga percorrenza) scalare scalini spesso insormontabili. Con il bus, il bagagliaio è praticamente sul piano strada e il personale di bordo, come avviene con SAPS, è sempre a disposizione per dare una mano e collocare al meglio il proprio bagaglio.

Il bus fa infinite fermate in più rispetto a un treno e la sua capillarità è tale da rendere il viaggio molto comodo. 

Il viaggio in bus prevede meno stress perché sulle lunghe percorrenze gli autisti hanno soste programmate e obbligatorie presso le aree di servizio consentendo a tutti di respirare un po’ d’aria, di consumare qualcosa, magari un buon caffè, utilizzare i servizi igienici della stazione di servizio. Le soste sono abbastanza lunghe per consentire a tutti di vivere la fermata con calma e senza affanni.

SAPS serve tratte internazionali e nazionali. Sulle tratte internazionali, in modo specifico con la Germania dal 24 luglio all’8 settembre le corse sono giornaliere consentendo a tutti di visitare, magari in periodo di afa dalle nostre parti, le più belle città tedesche e a chi viene dalla Germania di rientrare in famiglia in Italia, di programmare la propria vacanza nelle più belle regioni dell’Adriatico, ma anche in Calabria, Campania e altre ancora.

Sulle tratte nazionali SAPS collega con tanti collegamenti la Puglia con Roma e la Puglia con la Toscana attraversando regioni bellissime come: il Molise, l’Abruzzo, le Marche, l’Umbria, la Toscana. E’ possibile su questa ultima tratta utilizzare i collegamenti SAPS anche per fermate vicine tra di loro, l’importante è che siano in regioni diverse. Dalla Puglia potrò scendere in Molise, dal Molise in Abruzzo e così via. Questo anche nella tratta relativa al ritorno.

Che dire allora se non buone vacanze ?

Condividi sui social network...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+