PESCARA: DALLA CASA DI D’ANNUNZIO ALLA MAJELLA GUARDANDO IL MARE

image

Fu Aternum città romana, Piscaria longobarda, importante piazzaforte voluta dall’imperatore Carlo V, porto strategico per il commercio del Regno di Napoli, prima, e del Regno delle Due Sicilie, poi. Sotto il Regno d’Italia crebbe notevolmente la sua importanza al punto tale che, dall’unione con Castellammare Adriatico, divenne Pescara.

Hæc est Civitas Aterni Porta Aprutii et Sera Regni: Questa è la città di Aterno, porta degli Abruzzi e confine del Regno. Pescara, città dalle origini antiche e al centro di un comprensorio geografico singolare,  è una meta ambita per ogni tipo di viaggiatore: mare, montagna e cultura sono insieme miscelati in un caleidoscopio di immagini istantanee che generano  un book fotografico davvero unico.

Dalla Puglia o dalla Toscana, Pescara è facilmente raggiungibile percorrendo poche ore di viaggio a bordo di SapsBus sulla linea Puglia-Umbria-Toscana; una volta scesi al Terminal Bus, percorrendo Corso Umberto I, a solo cinque minuti di passeggio, attraversando Piazza della Rinascita, comunemente detta piazza “Salotto”, si giunge al mare. Qui, è possibile ammirare la Nave di Cascella, opera realizzata in marmo travertino dallo scultore Pietro Cascella. Percorrendo, invece, Corso Vittorio Emanuele II, oltrepassato il Ponte del Risorgimento, che unisce le sponde del fiume Pescara collegando i due antichi Comuni di Castellamare Adriatico e Pescara, si giunge nel centro storico, in origine antica piazzaforte che inglobò i resti delle mura normanne e bizantine della città. Qui, percorrendo Corso Manthoné si giunge al Museo Casa Natale di Gabriele d’Annunzio. Il Vate nazionale, originario di Pescara, passò qui la sua infanzia; ospita attualmente un museo di nove sale dedicato alla vita del poeta-soldato: è possibile visitare gli ambienti originali e ammirare libri, alcune lettere, abiti e addirittura il calco di una mano e del viso, nonché i documenti che lo videro attore nella nota famosa impresa di Fiume nel corso del Primo conflitto mondiale.

Passeggiare per le strade del centro storico significa incontrare ristoranti, bar e locali dove passare una piacevole serata o intrattenersi per degustare un vino abruzzese accompagnato da tipiche pietanze regionali. Pescara è anche famosa per i numerosi edifici realizzati in stile Liberty, come: villini, palazzi e ville. Da visitare anche: Palazzo Michetti (sede dell’omonimo teatro), Palazzo delle Poste, Ex Liquorificio dell’Aurum, Palazzetto Imperato, Palazzo del Governo, Pineta Dannunziana, Cattedrale di San Cetteo, Ponte del Mare, Torre Molino, Porto Turistico, Palazzo di Città.

Per chi ama il mare, Pescara è la meta ideale per fare lunghe passeggiate sia in direzione Montesilvano sia in direzione Francavilla al Mare, magari, fotografando qualche Trabucco ancora esistente.

Per gli amanti della montagna, la Majella è la meta ideale per fantastiche escursioni o per trascorrere, durante il periodo invernale, qualche giorno sulla neve, nel candido silenzio che solo i monti sanno regalare.

Condividi sui social network...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+