Quando Babbo Natale era Santa Claus, anzi San Nicola. Una ragione in più per vivere il Natale in Puglia

santaclausTutti i bambini impazziscono di gioia con l’avvicinarsi del Natale e tutti i bambini sanno che Babbo Natale ha “residenza” nelle foreste del Nord Europa, quasi al Polo Nord.

Eppure quell’uomo barbuto con slitta, renne e vestito rosso non sempre è vissuto nelle gelide foreste del nord. In realtà, secoli e secoli fa,  era un uomo “mediterraneo”.

Babbo Natale prende le sue origini da Santa Claus, San Nicola, santo che si festeggiava e si festeggia il 6 dicembre e a cui era legata la tradizione, secoli fa, di fare, il giorno della sua festa, dei regali ai bambini.

Nel tempo al santo vennero attribuiti particolari tipici di alcune divinità pagane venerate secoli prima come, ad esempio, il romano Saturno e il nordico Odino.

Anche queste divinità venivano rappresentate come persone molto avanti con l’età, con la barba bianca e addirittura capaci di volare.

A San Nicola si affidavano i bambini affinché si comportassero bene e pregassero.

Quando nel nord europa si affermò la riforma protestante fu abolito il culto dei Santi e diventò un problema trovare il modo di dare i regali ai bambini. In alcuni casi, fu spostata la data dei festeggiamenti dal 6 dicembre  a Natale e quindi il compito di portare regali fu “assegnato” a Gesù Bambino. Ma Gesù, un bambino è così piccolo, quindi si doveva pensare a una figura grossa, autorevole, in grado di far comportar bene i bambini e soprattutto di trasportare regali.

Ecco che nasce un personaggio rappresentato come un allegro vecchietto in slitta.

La consacrazione definitiva dell’uomo con la slitta a signore del Natale e amico dei bambini però si ebbe in America agli inizi dell’800, quando sannicola“Sinterklaas”, termine olandese che ricordava “San Nicola” si trasformò pian piano in Babbo Natale e la festa del Natale, prima poco sentita, si trasformò in festa della famiglia e quindi festa dei bambini.

La Puglia è la patria di San Nicola e Bari, con i suoi festeggiamenti per il Santo venuto dall’oriente apre in fondo il periodo natalizio in Puglia. Un periodo fatto di: mercatini, cerimonie religiose, presepi viventi, feste enogastronomiche, serate in famiglia e con gli amici, momenti di serenità.

E’ per questo motivo che SapsBus supporterà al meglio i propri clienti nel periodo di Natale con più autobus in circolazione sulle proprie tratte a cominciare da quella con la Germania. Da sempre i nostri bus sono una comunità, diciamo pure una famiglia, a Natale lo saranno ancora di più.

SapsBus – “A Moving Family”.

 

Condividi sui social network...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+