Roma, l’ospedale Bambino Gesù centro di eccellenza pediatrica

BAMBINO GESU', INAUGURATO NUOVO CENTRO OSPEDALE A SAN PAOLO - FOTO 7Li chiamano pendolari della salute; sono coloro che vivono sospesi tra due mondi: quello del calore domestico e quello dei reparti ospedalieri. Quando una patologia non può essere curata con efficacia nelle strutture sanitarie più a portata di mano, i pazienti sono costretti a percorrere centinaia di chilometri per trovare la cura giusta. Sono i viaggi della speranza, quelli che anche tantissimi genitori realizzano per portare i loro figli all’Ospedale Bambino Gesù di Roma.

Il nosocomio è il primo ospedale pediatrico italiano: nasce nel 1869 grazie alla duchessa Arabella Salviati. Oggi è centro di eccellenza nazionale e internazionale nella cura di tantissime malattie che colpiscono i bambini ed è punto di riferimento per le famiglie di Roma e del Mezzogiorno.

Con le sue quattro sedi, a Roma Gianicolo e San Paolo, a Palidoro e a Santa Marinella, l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù si estende su una superficie complessiva di oltre 500.000 mq, andando a formare così il Sistema Bambino Gesù

L’Ospedale del Papa (così lo chiamano da quando venne donato dalla famiglia Salviati al papa Pio XI) è Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS): si è affermato a livello internazionale affiancando all’attività clinica quella di ricerca e di sperimentazione per le cure innovative. 

L’Ospedale ha raggiunto negli anni circa 600 posti letto distribuiti tra i dipartimenti di: Chirurgia, Neonatologia, Neuroscienze, Nefrologia e Urologia, Cardiologia pediatrica, Medicina trasfusionale. Importante l’attività di ricerca scientifica nelle malattie rare e genetiche. Non solo, aiuta le famiglie che non risiedono a Roma a trovare un alloggio in linea con le proprie specifiche esigenze, attraverso strutture convenzionate e e non convenzionate, alloggi per le emergenze o per le mamme che allattano. 

SapsBus viaggia ogni giorno per Roma con bus in partenza da Manfredonia e Foggia, in andata e ritorno, a 21€ e 19€ per tratta. Una buona soluzione dunque per famiglie o genitori costretti a fare il pendolare sulla tratta per motivi legati al lavoro o perché hanno a casa altri figli da accudire.

A moving family: una famiglia in movimento. SapsBus non trasporta semplicemente persone, ma sogni e speranze. In tanti ci hanno scelto per andare dai propri bambini: siamo felici di poter ridurre le distanze e far riunire le famiglie. 

Condividi sui social network...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+