SapsBus oltre 52000 passeggeri nel 2016 sulle tratte in Italia e verso la Germania

sapsbusingermania2Il 2016 di SapsBus chiusosi due mesi fa, ha visto l’azienda di trasporti del foggiano trasportare oltre 52000 passeggeri che hanno scelto di viaggiare con le Frecce Blu da e verso le destinazioni nazionali e da e verso le destinazioni internazionali.

La tratta internazionale verso la Germania, con partenze dalla Calabria, dalla Campania, da Napoli, dalla Puglia, dall’Abruzzo, da Roma, Firenze e Bologna oltre che da Rimini e Ancona, ha visto SapsBus offrire, per tutto il 2016, un viaggio confortevole e veloce fino a Stoccarda, Monaco di Baviera, Hannover, Dortmund, Düsseldorf, Wolfsburg, Francoforte, Ulm. Con oltre 20 destinazioni, in Germania, SAPS copre tutte le città più importanti del paese.

I bus di SAPS risultano essere, a detta dei tanti clienti che ne hanno usufruito, una vera e propria famiglia provvisoria in viaggio a cominciare dall’ottima accoglienza che gli autisti e il personale di bordo offrono ai passeggeri.

Rispetto ad altri vettori, a SAPS viene riconosciuto oltre al comfort e alla sicurezza del mezzo, anche l’esiguo numero di trasbordi e i brevi tempi di attesa nelle coincidenze. SAPS anche per il 2017 ha tra i suoi obiettivi l’ottimizzazione dei tempi di viaggio e il miglioramento ulteriore delle già ottime condizioni di viaggio.

Sui bus di SAPS c’è la possibilità di portare più bagagli rispetto ad altri mezzi di trasporto passeggeri e la garanzia che a bordo si formi una vera e propria comunità in movimento.

Anche sulle tratte nazionali dalla Puglia verso le Marche, l’Umbria e la Toscana e da Manfredonia e Foggia verso Roma, tantissimi viaggiatori hanno scelto di viaggiare con SAPS.

Nel 2017 è previsto da SAPS l’arrivo di ulteriori nuovi bus da impiegarsi nelle varie tratte a lungo raggio e investimenti sui servizi da offrire alla propria clientela. SAPS effettua un turn over dei mezzi molto più ravvicinato rispetto anche ad altre compagnie. Di solito un bus sulle tratte a lungo raggio viene sostituito dopo appena 2 anni e mezzo o al massimo tre anni.

 

Condividi sui social network...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+